NuovaCaldaia.it

5 Domande che ti dicono la VERITA’ sul blocco dello Sconto in Fattura!!!

Detrazioni nei 10 anni successivi o sconto in fattura? Questo è il dilemma! Eri a conoscenza del fatto che dal 12/11/2021 lo sconto in fattura o cessione del credito era stato bloccato?

C’è stata una confusione tale che molte aziende si sono ritrovate senza sapere cosa fare o come procedere con le pratiche dei propri clienti da un giorno all’altro.

Proviamo a fare il punto della situazione per capire meglio come uscire dal labirinto.

Cosa sta accadendo intorno allo sconto in fattura?

Mentre i giornalisti sono occupati a comunicare altro, lo stato di punto in bianco ha letteralmente bloccato lo sconto in fattura o la cessione del credito dal 12/11/2021.

Le aziende si sono ritrovate a rinunciare alle richieste dei clienti o ancora peggio, si sono fermati i cantier del 110, bloccando di fatto le ristrutturazioni già avviate dei condomini.

La conseguenza è stata che i comuni cittadini hanno rischiato di passare il periodo invernale senza finestre, termosifoni o con le caldaie smontate.

Cosa ha causato questo blocco?

Sono state effettuate delle indagini le quali hanno riscontrato truffe per 4,4 miliardi di euro ed il sequestro preventivo di 2,3 miliardi di crediti ceduti, molti dei quali già pagati.

Crediti per lavori ai quali non corrisponde alcun cantiere.

Come si è arrivati a queste truffe?

Si è arrivati a questo punto perchè i controlli che avrebbero dovuto esserci di passaggio in passaggio sono stati irrisori e di conseguenza frodi e riciclaggio hanno avuto la meglio.

Cosa è cambiato quindi dal 12/11/2021?

Dopo che si sono accorti di questo “leggero” ammanco oltre a tutta la documentazione necessaria che già richiedevano, hanno introdotto (anche per i bonus minori rispetto al 110% che già li richiedeva):

  • l’Asseverazione di un tecnico abilitato
  • il Visto di Conformità

Successivamente c’è stata un’ulteriore modifica ovvero l’Asseverazione ed il Visto di Conformità diventano necessari solo se il costo dei lavori supera i 10.000,00 €

Dal 21/01/2022 è stato approvato il Decreto Sostegni Ter  l’art.28 ha riscritto, per l’ennesima volta, l’art. 121 del Decreto Rilancio vietando ulteriori cessioni del credito oltre la prima.

Mappa Mentale modifiche sconto in fattura

Dal 17 febbraio 2022 (guarda caso lo stesso giorno nel quale viene pubblicato questo articolo) chi acquista un credito NON PUO’ PIU’ CEDERLO AD ALTRI SOGGETTI.

Tale credito dovrà essere utilizzato per ridurre le imposte in un arco di tempo che sia quello previsto per la detrazione.

Ecco perchè Banche, Poste e Cassa Depositi e Prestiti hanno sospeso l’acquisizione dei crediti sia da privati, condomini e imprese.

Blocco cessione del Credito

C’è una speranza che possano apportare modifiche migliorative?

Si vocifera che potrebbero esserci nuovi sviluppi migliorativi.

Probabilmente si avrà il ripristino della possibilità di cedere il credito più volte ma con alcuni stop, ovvero:

si potranno effettuare al massimo 2 o 3 cessioni però solo a Banche o intermediari finanziari vigilati dalla Banca d’Italia.

Si parla inoltre che potrebbero introdurre anche un codice identificativo per ogni operazione di cessione.

Tale codice darà la possibilità di risalire sempre al 1° titolare del credito e quindi a tutta la documentazione necessaria per eseguire i lavori.

Ricapitolando

Proviamo a fare il punto della situazione dopo questa miriade di modifiche:

  • 12/11/2021 Aggiungono l’Asseverazione ed il Visto di Conformità anche per i bonus minori
  • 01/01/2022 L’Asseverazione ed il Visto di Conformità solo per lavori con importi dai 10.000,00 €
  • 17/02/2022 E’ possibile una sola cessione
  • Si attendono novità

Se questo articolo ti è stato utile o hai necessità di chiarimenti puoi scrivere un commento qui sotto. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.